Perché le cose belle vanno condivise

Questo articolo è stato aggiornato il

Nell’articolo di oggi non troverete consigli d’arredo o di home decor… troverete un pezzetto della mia vita, troverete le parole di una persona a me cara che mi ha reso davvero felice nel giorno del mio compleanno…

E le cose belle vanno condivise, qualunque esse siano…

” Era rimasto ipnotizzato da quel manifesto che sferzato dal vento vedeva i propri lembi, ormai completamente divelti, sbattere prima a destra eppoi a sinistra…lo aveva colpito come nel tempo, il sole prima e la pioggia di oggi poi, ne avevano quasi totalmente cancellato i colori.
Si intuivano il disegno, le forme e anche il messaggio pubblicitario che rappresentava, ma la cosa strana che lo aveva rapito era come non riuscisse a ricordarne la versione “originale” di un tempo.
A dire il vero gli sembrava di non averlo mai visto prima di quel momento…eppure a giudicare dallo stato attuale doveva essere stato lì da un bel po’.
Su quella strada ci passava almeno quattro volte al giorno, se non addirittura sei, contando anche le giornate in cui si dava alla corsa.
Quel pensiero lo aveva fatto riflettere su come talvolta presi dallo scorrere dei pensieri e dalla propria vita si passi oltre con troppa facilità, certo quello era solo un manifesto, ma forse era anche la miglior metafora per i suoi pensieri.
Si era domandato per chissà quanti era come un manifesto scolorito dal tempo, e al tempo stesso quanti erano per lui manifesti dimenticati.
A consolarlo gli bastò chiudere gli occhi e rivedere volti, sorrisi, ascoltare le risate e anche i toni bruschi, ad alta voce, con cui talvota si era discusso…tutte cose che ora, a ripensarci, gli fecero provare una tremenda tenerezza…
Gli bastò poco per rendersi conto che chi era passato aveva lasciato un’impronta che il tempo non avrebbe mai scalfito, che il sole o la pioggia non avrebbero mai scolorito, e di cui il vento non si sarebbe mai preso gioco…..
Dentro sé custodiva un piccolo tesoro, fatto di tutte quelle persone importanti che aveva incontrato lungo il proprio percorso e che la vita, per un motivo o per l’altro, aveva allontanato, non perdere, sia chiaro, solo allontanato…perchè perdere, vuol dire non aver cura, mal riporre, tradire…
Molto spesso si crede che il tempo possa cancellare le persone dai propri ricordi come manifesti penzolanti ai bordi delle strade, in realtà basta solo cercarli con occhi diversi. Gli occhi di chi ti vuole bene e che di sicuro te ne vuole ancora, anche se la strada lo ha portato un po’ più in là.
Ti voglio bene.
Buon compleanno. “

 

Photo credits: Pinterest

Margherita Succi
Margherita Succihttps://fillyourhomewithlove.com
Mi presento. Sono Margherita Succi, ho 33 anni e sono l'anima pulsante di Fillyourhomewithlove. Sono laureata e specializzata in Marketing e Management internazionale con una forte passione per tutto ciò che gira intorno al design. Ecco perché amo raccontarvelo ogni singolo giorno.


Abiti per bambini e adulti

Best Western Premier Le Swann Parigi ****

Eccoci a Parigi, precisamente nell'hotel Best Western Premier Le Swann**** che ci ospiterà per i prossimi quattro giorni di design week parigina. Gli impegni...

Una casa moderna ma allo stesso tempo romantica

Buon mercoledì a tutti!! Eccoci al consueto appuntamento con la rubrica #lecasedifillyourhomewithlove. Protagonista indiscussa di oggi è questa strepitosa casa ideata e realizzata...