La moda torna al Salone del Mobile 2024 con una serie di progetti che vi racconteremo in anteprima. Dalle collezioni di Roberto Cavalli a quelle di Etro e Gianfranco Ferrè.

Quello tra moda e design è un legame non più solo imprescindibile, ma di cui i due settori si sono nutriti negli anni, in un mix creativo che ha dato vita a progetti che hanno catalizzato l’attenzione del pubblico degli appassionati.

Nelle collezione dedicate alla casa, i brand hanno traslato la loro creatività e ne hanno ampliato gli orizzonti. Così dalla Fashion Week si è arrivati alla Design Week e dalle passerelle al Salone del Mobile.Milano.

 

L’anteprima di Roberto Cavalli Home Interiors al Salone del Mobile.Milano

Animalier, grinta, audacia e un’intramontabile eleganza.

Roberto Cavalli ha portato i suoi tratti distintivi in una collezione di Home Interiors realizzata con Oniro Group. Una collezione fatta di prodotti unici dalle forme scultoree e dalle linee irregolari, in cui il gusto metropolitano incontra ispirazioni naturali, suggestioni di viaggio e contaminazioni rock per dare vita ad ambienti eclettici ed esclusivi.

Grande cura e attenzione sono dedicate alla scelta di materiali preziosi per creare ambienti lussuosi e scenografici che diventano emblemi di uno stile unico e inconfondibile.

Anche nel 2023 l’animalier, per esempio, è stato protagonista del divano componibile Dahlak, il pezzo forte della nuova collezione outdoor, con pattern ispirati ai mantelli della giraffa, della zebra e del giaguaro.

Mentre con la capsule Wild Leda ha celebrato gli abiti disegnati dal direttore creativo Fausto Puglisi caratterizzati da disegni rococò.

Per celebrare il nuovo legame tra moda e Salone del Mobile.Milano, nel 2024 Cavalli porta Toulou. Una nuova seduta dalle linee arrotondate, che fonde perfettamente dettagli intricati con un naturale senso di comfort.

La particolarità è il rivestimento in eco-pelliccia. Un tessuto caldo e morbido che attiva i sensi al solo sguardo.

Incarna perfettamente il mood glamour e accogliente della nuova collezione Roberto Cavalli Home Interiors, dove l’iconicità degli arredi incontra il piacere del relax.

Anche in questo pezzo di design torna la ricercatezza nei materiali e nelle finiture. La seduta Toulou è infatti rifinita con una struttura in metallo dall’effetto invecchiato che conferisce un carattere naturale, rude ma prezioso.

Entrando più nel dettaglio, si tratta di una struttura con multistrati di pioppo e un sedile con cinghie elastiche e poliuretano espanso espansivo ad alta densità a spessore variabile.

Rifinita poi con una targhetta in ottone con monogramma che riprende le iniziali del brand sul retro dello schienale. Completano la seduta piedini in legno massello di pioppo con finitura texture in oro.

moda-salone-del-mobile-2024-design-week-roberto-cavalli
La poltrona Toulou di Roberto Cavalli Home, courtesy Roberto Cavalli Home

 

La moda al Salone del Mobile.Milano con Etro Home Interiors

Sempre da casa Oniro, la collezione Etro Home Interiors trasla l‘estetica gipsy e bohémien del brand italiano in arredi per la casa. Protagonista indiscussa nella sezione moda e lusso del Salone del Mobile, Etro svela in anteprima la poltrona Quiltana.

Questa seduta si contraddistingue per un design moderno ma dalla decorazione dal sapore vintage. Colori espressivi, tessuti immersivi, qualità e funzionalità.

Il risultato è una poltrona dalle linee morbide e avvolgenti, impreziosita da una raffinata trapuntatura.

A decorare la poltrone è il tessuto floreale Gobelin, selezionato dall’archivio Etro, è caratterizzato da una palette di colori pastello dal fascino vintage che spaziano dal verde salvia, rosa pallido, giallo ocra.

Il legno di pioppo torna – come si è visto già in Roberto Cavalli – nella struttura multistrato di Quiltana. Anche qui la seduta ha cinghie elastiche incrociate e poliuretano espanso a quote differenziate ad alta densità.moda-salone-del-mobile-2024-design-week-etro

La seduta Quiltana di Etro, courtesy Etro Home interiors

Gianfranco Ferré Home alla Design Week

Lo scorso anno, Gianfranco Ferré Home aveva messo in scena un’ambientazione tipicamente urbana. Un loft dallo stile industriale in cui i richiami al vintage anni Sessanta e Settanta andavano di pari passo con un mood “cozy”.

Il tutto è stato sapientemente creato attraverso l’uso di colori chiari e rilassanti come il bianco e il beige e tessuti materici come la lana bouclé.

Per il 2024 torna un forte richiamo al design contemporaneo, alle linee fluide della modernità. Questi tratti caratterizzano la poltrona Brygge. Un’altra proposta in anteprima al Salone del Mobile.Milano in occasione di questa Design Week 2024. Una proposta dal fascino scultoreo.

Ma è solo una delle proposte che verranno svelate a partire dal mese di aprile.

La Brygge armchair è un’opera d’arte moderna che risponde al desiderio di relax. Questo oggetto pone molta attenzione al benessere di vivere un ambiente domestico, tanto all’estetica che nell’home design non passa in secondo piano.

La seduta è pronta ad accogliere e a cullare, oltre che a decorare gli spazi.

La sola visione stimola una sensazione di avvolgimento. Come spiega il brand stesso, infatti, il design ricorda quello di una stretta delle dita della mano che, ma in modo delicato, qualcosa.

In questo modo, Brygge conferisce agli ambienti un tocco di stile raffinato, inserendosi contemporaneamente in spazi d’ispirazione industriale, aggiungendo un’aura di modernità e comfort senza tempo. Elemento distintivo? Un rivestimento all-over in velluto verde oliva.

 

 

moda-salone-del-mobile-2024-design-week-gianfranco-ferre
Brygge armchair di Gianfranco Ferrè Home, courtesy Gianfranco Ferrè Home