The (digital) haute couture must go on

Questo articolo è stato aggiornato il

The (digital) haute couture must go on

Torna in scena il sogno della digital haute couture.
Anche se di nuovo, come lo scorso giugno, la magia è tutta rigorosamente (e democraticamente) virtuale.

Ad aprire le danze di questi quattro giorni di presentazioni è stata come da tradizione la maison Schiaparelli, che lunedì mattina ha svelato le nuove proposte primavera-estate 2021.

The (digital) haute couture
The (digital) haute couture. Schiapparelli HC SS21

Nella sua terza collezione per la storica griffe, il direttore creativo Daniel Roseberry ha sfidato l’immaginario comune di ciò che l’alta moda dovrebbe essere, rifiutando il cliché degli abiti da fiaba in favore di una couture alternativa e irriverente.

Scartando le usuali silhouette della couture, Roseberry ha puntato su pantaloni di pelle blouson con elastico in vita, un bomber, jeans dal denim color crema re-immaginato in seta duchesse delavé e double face, impreziosito da lucchetti dorati pendenti.

I tessuti sono altrettanto dirompenti e assieme al faille di seta, alla pelle stampata e a un croccante taffetà, c’è anche il velluto di seta legato al neoprene e un abito a colonna drappeggiato da un sinuoso jersey di seta elastico.

The (digital) haute couture e un omaggio al cinema

È invece un omaggio alla star del cinema muto russo Vera Kholodnaya e all’Art déco la couture estiva di Ulyana Sergeenko.

Nel decimo anniversario della sua casa di moda, la stilista russa porta sotto i riflettori capi impreziositi da intarsi che richiamano le decorazioni artistiche degli anni Venti, silhouette dalle spalle accentuate, abiti midi effetto lingerie e sexy bustier neri.

Segui Fillyourhomewithlove anche su Instagram

Credo che sia proprio la necessità di valorizzare arte e cultura a spingere Sky Arte a rendere disponibile in streaming gratuito The Square.

Spazio alla cultura.

Con la sua Roots of Rebirth, Iris van Herpen esplora ancora una volta la simbiosi tra l’alta tecnologia e l’artigianalità della couture facendo riferimento ai disegni intricati delle radici e alla regolarità delle spore dei funghi in natura.

In un dialogo tra il terrestre e il mondo sotterraneo ai nostri piedi, sfila una sequenza di 21 look dagli affascinanti effetti 3D tra ricami hand-made, tessuti upcycled scomposti in tasselli, maniche dai lunghi strascichi e bustier tagliati al laser.

The (digital) haute couture
In foto: Schiapparelli Haute couture

Il regista Matteo Garrone racconta invece la couture Christian Dior firmata da Maria Grazia Chiuri attraverso un cortometraggio simbolico e dai toni onirici.

Tweed, cashmere e organze definiscono gonne, pantaloni e giacche per il giorno.

Per quanto riguarda la sera sono protagonisti pizzi impreziositi da elementi decorativi dipinti a mano, velluti dorati e preziosi jacquard.

The (digital) haute couture e le ballerine di Flamenco

Le ballerine di flamenco andaluse sono la chiave di lettura della couture spring-summer 2021 di Giambattista Valli.

The (digital) haute couture must go on
In foto: Giambattista Valli HC SS21

Un riferimento enfatizzato dal couturier romano attraverso emblematici long dress in tulle puntellati da pois e silhouette rese voluminose da taffetà e balze.

The (digital) haute couture
In foto: ballerina Giambattista Valli

All’evocativa palette di bianco, nero e rosso passione, si alternano accenti di raso gialli e rosa.

Nella fiorita cornice del Grand Palais, sotto lo sguardo di poche, selezionatissime invitate tra cui Marion Cotillard, Penelope Cruz, Charlotte Casiraghi, Vanessa Paradis e la figlia Lily-Rose Depp, Virginie Viard manda sotto i riflettori per Chanel una serie di ampie gonne di tulle abbinate a camicie di seta o attaccate a corpetti minuti, completi in tweed, brillanti tailleur di paillettes e look da giorno con pantaloni profilati di strass.

Valentino rende omaggio alle sue origini romane e sceglie invece la spettacolare Galleria Colonna, nel cuore della capitale, per svelare la collezione Code Temporal di Pierpaolo Piccioli.

The (digital) haute couture
In foto: Valentino haute couture SS21 Courtesy of Valentino

La verticalità è espressa attraverso silhouette lunghe e asciutte, candide cappe traforate e spettacolari gown di paillettes, oppure avvolgenti coat, accenti di rosa o verde shocking e maglie a collo alto.

Cascate di paillettes e lustrini ricoprono gli abiti delle disco girls di Alexandre Vauthier, tra minidress di frange e maniche importanti enfatizzate da volant.

Intanto, Giorgio Armani Privé, lancia una dedica a Milano svelando la collezione nel suo atelier a Palazzo Orsini.

In questa affascinante cornice sfilano tailleur argentati, blazer dalle spalle insellate, scivolati abiti in velluto dalle tonalità profonde, ma anche accenti di rosso e blu elettrico.

Nel labirinto trasparente scandito dal logo della doppia F è infine andato in scena il debutto di Kim Jones al timone creativo della donna Fendi.

The (digital) haute couture
In foto: Fendi couture SS21.

Un doppio debutto per il designer inglese, già alla guida del menswear Dior, che si è cimentato non solo nella sua prima collezione per la griffe romana ma nella prima linea femminile in assoluto.

The (digital) haute couture
In foto: VALENTINO HC SS21 Credito André Lucat

Il risultato?

Preziosissimi e impalpabili abiti da sera, ornati da reticoli di perle e strass, maestose cappe con metri di strascico e richiami all’elegante mondo sartoriale.

Se ami il connubio moda e design non perderti:

Previous article Smart Work Life Contest
Next article Floris Green Suite
Federica Camurati
Federica Camurati
Fashion editor diplomata all'Istituto Marangoni e scrittrice nell'anima. Cresciuta nel cuore del Monferrato e ora milanese d'adozione, ho imparato a scrivere a cinque anni e da allora non ho più smesso. Ho una passione per i Martini, i gatti, i bei panorami, le riviste di moda, le auto d'epoca, i film con Doris Day nelle domeniche di pioggia, l'autunno e i romanzi classici, non necessariamente in questo ordine!

FillYourHomeWithLove TV

Paris Haute Couture Week, l’evoluzione alta moda

Paris Haute Couture Week è sinonimo di assoluta esclusività ed eccellenza sartoriale. La declinazione massima del savoir faire artigianale su un abito....

Mario Mossa Gioielliere

Buongiorno e buon venerdì. E' con immenso piacere che torniamo a parlare di alta gioielleria e, nello specifico, della famiglia Mossa. Mario Mossa...