La Milano Fashion Week autunno inverno 2024/2025 è alle porte. Dopo l’appuntamento degli show maschili a gennaio, la kermesse milanese torna con un calendario ricco di eventi dedicati alle collezioni femminili o co-ed che si svolgeranno dal 20 al 26 febbraio.

Mentre il comparto moda italiano continua a crescere e a consolidarsi, le sfilate di Milano rifletteranno dei profondi cambiamenti in atto. A partire dalle nuove direzioni creative, fino alla messa in scena di collezioni disegnate da giovani designer all’insegna della sostenibilità e dell’inclusività.

Cosa succederà durante la Milano Fashion week autunno inverno 2024 / 2025?

Il calendario di febbraio della Milano Fashion Week 2024 è fitto di eventi, sfilate e presentazioni. Alcuni dei quali anche aperti al pubblico. Durante questa settimana ci saranno un totale di 161 eventi in programma.

Di queste, le sfilate fisiche saranno 56, con alcuni brand che presenteranno una doppia collezione (come il caso di Giorgio Armani), mentre 5 digitali che si svolgeranno nella giornata del 26 febbraio e visionabili in streaming sul sito della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Oltre alle sfilate ci saranno tante occasioni di incontro diretto tra i brand e gli addetti ai lavori o al pubblico con 74 presentazioni e 26 eventi.

Ciascun evento in programma si preannuncia un catalizzatore dell’attenzione del panorama internazionale, confermando così Milano tra i pionieri del Fashion Month.

Questo palinsesto conferma inoltre la volontà di creare presenze variegate, tra grandi brand e giovani promesse: tutti che possono influenzare le tendenze dei prossimi mesi e presentare capi e accessori subito must have.

 

Milano Fashion Week 2024: i debutti e le novità di febbraio

All’interno del calendario della moda milanese ci sono dei nomi diventati ormai istituzioni. Basti pensare ad Armani, Prada o Fendi.

Tuttavia, sempre di più negli ultimi anni, il presidente della Camera della Moda Italiana, Carlo Capasa, e il suo team hanno dato spazio a volti emergenti e brand di nicchia.

L’obiettivo è quello di creare uno spazio ampio e dare voce ad ogni tipo di creatività. Durante questa fashion week, infatti, non mancheranno sfilate e presentazioni di brand emergenti e anche attesi debutti da parte di nuovi direttori creativi che hanno preso solo recentemente la direzione dei brand.

Uno dei debutti più attesi è quello di Adrian Appiolaza, designer nominato a gennaio alla direzione di Moschino dopo la prematura scomparsa di Davide Renne.

Assieme a lui grandi aspettative e curiosità anche per la prima sfilata di Matteo Tamburini per Tod’s e di Walter Chiapponi da Blumarine.

Quest’ultimo, dopo il suo addio a Tod’s, ha già svelato un nuovo logo e la prima campagna del brand iconico degli anni Novanta, smuovendo ulteriore curiosità.

Sul fronte giovani designer, invece, per la prima volta in passerella arriverà la stilista Feben supportata da Dolce&Gabbana, brand che già nelle precedenti edizioni della Milano Fashion Week ha portato in scena altri brand giovani. Al debutto anche il brand di ispirazioni caraibiche, Sagaboi, che sfilerà il 22 febbraio.

Dopo una stagione di assenza, tornano in calendario Elisabetta Franchi e Marni, rispettivamente venerdì 23 e sabato 24. Marni, il brand disegnato da Francesco Risso, torna in calendario dopo una serie di show itineranti tra New York, Parigi e Tokyo.

Tra le presentazioni, sarà la prima volta di Cosy Sunday, Jarelzhang, Maison Jejia, Raisa Vanessa, Fiorucci e Khrisjoy.

 

cosa-fare-milano-fashion-week-autunno-inverno-2024-2025-febbraio-eventi-sfilate
Courtesy: Camera della Moda

I grandi nomi tra sfilate e presentazioni e i brand che non sfileranno

La Milano Fashion Week 2023 di febbraio si aprirà come consuetudine con l’apertura del Cnmi fashion hub che ospiterà le creazioni di giovani designer ma non solo.

Poi ad arricchire il calendario ci saranno i nomi intramontabili, sinonimo della moda italiana.

Vedremo così la seconda collezione di Gucci firmata da Sabato De Sarno, Prada, il doppio show di Giorgio Armani, Bottega Veneta, N°21 di Alessandro Dell’Acqua, Etro disegnato da Marco De Vincenzo, Versace, Alberta Ferretti, Ferragamo e Luisa Spagnoli.

All’appello continuano a rispondere brand di respiro internazionale, ormai fedelissimi alla Milano Fashion Week, come Jil Sander, Tokyo James, Hui, Sunnei, Avavav e Onitsuga Tiger.

Mancheranno invece all’appello Cormio, Aigner, Boss, Act Nº1, Andreadamo e The Attico, il brand che ha debuttato in calendario durante la scorsa Milano Fashion Week di settembre.

Non mancheranno poi tanti after party e mostre fotografiche dedicate proprio alla moda. Per saperne di più, qui è possibile visionare il calendario dettagliato della Milano Fashion week 2024.

 

milano-fashion-week-autunno-inverno-2024-2025-febbraio-eventijpg
Courtesy: Camera della Moda