Festeggiamo quest’anno: MARCO POLO 700.

Ebbene si, sono passati Settecento anni della morte di Marco Polo (1324/2024).

Ne parliamo oggi attraverso i progetti presentati dal MUVE, Fondazione Musei Civici di Venezia, che riunisce undici musei:

  • Palazzo Ducale
  • Museo Correr
  • Torre dell’Orologio
  • Ca’ Rezzonico Museo del Settecento Veneziano
  • Palazzo Mocenigo – Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume
  • Casa di Carlo Goldoni
  • Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna
  • Palazzo Fortuny
  • Museo del Vetro di Murano
  • Museo del Merletto di Burano e Museo di Storia Naturale.
Zoran Mušič (1909-2005), Storia di Marco Polo, 1951
Zoran Mušič (1909-2005), Storia di Marco Polo, 1951

Vediamo come Venezia festeggerà MARCO POLO 700.

Sono tanti i progetti presentati per il Comitato Nazionale per le Celebrazioni dei Settecento anni della morte di Marco Polo.

La Fondazione Musei Civici si prepara a celebrare con un programma di mostre, incontri, approfondimenti.

Il primo appuntamento corrisponde alla mostra “L’ASSE DEL TEMPO. TESSUTI PER L’ABBIGLIAMENTO IN SETA DI SUZHOU”, che raccoglie abiti e i preziosi tessuti al Museo di Palazzo Mocenigo.

La mostra è curata da personalità di spicco: Qian Zhaoyue, Direttore del Museo della Seta di Suzhou, Liu Xu Dong, Consulente del Museo della Seta di Suzhou, Chiara Squarcina, Responsabile del Museo di Palazzo Mocenigo, Massimo Andreoli, Presidente Wavents srl e Laura Fincato, Cittadina Onoraria di Suzhou.

L’aeprtura è prevista fino al prossimo 29 gennaio.

Dal 6 aprile, e fino al 29 settembre 2024, invece, aprirà al pubblico “I MONDI DI MARCO POLO. IL VIAGGIO DI UN MERCANTE VENEZIANO DEL DUECENTO”.

La mostra, curata da Chiara Squarcina e Giovanni Curatola, sarà allestita a Palazzo Ducale.

L’esposizione prevede un viaggio nel viaggio: raccoglie oltre 300 opere provenienti dalle collezioni veneziane, dalle maggiori e più importanti istituzioni italiane ed europee, fino a prestiti dei musei dell’Armenia, Cina, Qatar e Canada.

Opere d’arte, reperti, manufatti e incursioni nell’opera letteraria del mercante veneziano per ripercorrere la geografia fisica, politica e umana dei suoi incontri in Asia.

Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia
Courtesy Fondazione Musei Civici di Venezia

Il viaggio di MARCO POLO rivive a Venezia.

Lo fa con tante attività rivolte a tutta la cittadinanza e a tutti i visitatori, anche per famiglie, adulti, ragazzi, scuole.

MUVE EDUCATION propone ITINERARI GUIDATI ALLA MOSTRA & MARCO POLO ACTIVITY BOOK.

Oltre agli speciali itinerari guidati alla mostra di Palazzo Ducale, infatti, è stato pensato un divertente Activity book per i più piccoli.

Si tratta di guida insolita, ricca di aneddoti, giochi, indizi da scoprire, racconti e curiosità legate al viaggio nelle terre del Gran Khan e all’opera Il Milione, in particolare alla narrazione di popoli lontani, dagli usi e costumi diversi ma anche di cose misteriose e fantastiche descritte da Marco Polo.

Al Museo di Palazzo Mocenigo invece ci aspetta, dal 29 aprile al 30 settembre 2024, MARCO POLO. I COSTUMI DI ENRICO SABBATINI

La mostra, curata da Stefano Nicolao, ospita una selezione di abiti di scena protagonisti attraverso la grandissima produzione RAI del 1982 che vide compartecipazioni internazionali, tra cui la stessa Cina.

Una trentina di costumi, corredati di diversi bozzetti originali, frutto di anni di studio e preparazione del film, foto di scena: tutti i materiali sono omaggio al regista Giuliano Montaldo, al costumista Enrico Sabbatini e al grande compositore Ennio Morricone, per valorizzare ulteriormente i grandi geni italiani scomparsi.

Coppa lobata su piede, fine XIII - XIV sec
Coppa lobata su piede, fine XIII – XIV sec

Non mancherà l’appuntamento annuale con la bella scrittura.

Docenti, lezioni e laboratori si dedicheranno, per questa particolare edizione, alle culture calligrafiche araba e cinese.

Prenderà quindi vita, tra ottobre e dicembre 2024, “LE VIE DELLA SCRITTURA”, mostra e corso di calligrafia a cura di Monica Viero, al Museo Correr – Sala delle Quattro porte e nella Biblioteca del Museo Correr, Scuola Abate Zanetti Murano

Lezioni, workshop e mostra si concentreranno sull’indagine delle origini dell’arte e sui mutui rapporti di scambio tra Oriente e Occidente.

Ci sarà uno speciale approfondimento sulle culture calligrafiche incontrate da Marco Polo nel suo viaggio verso la Cina e sull’origine ed evoluzione della scrittura a mano in Italia e in Europa.

Tutto questo attraverso studio dei preziosi manoscritti antichi, rari incunaboli e straordinari volumi a stampa custoditi presso la Biblioteca del Museo Correr.

Francesco Grisellini e Giustino Menescardi, Mappa dell'Italia, della Grecia e dell'Asia Minore | Sala delle Mappe, Palazzo Ducale © Archivio Fotografico MUVE
Francesco Grisellini e Giustino Menescardi, Mappa dell’Italia, della Grecia e dell’Asia Minore | Sala delle Mappe, Palazzo Ducale © Archivio Fotografico MUVE

Il percorso pensato dal MUVE per MARCO POLO vedrà tutti coivolti.

Questo innanzitutto perché, l’anniversario è l’occasione per ricordare Marco Polo per la sua ineguagliabile vita, la sete di conoscenza, la spinta verso il confronto, la curiosità, la volontà di scoprire nuove prospettive e altri modi di vivere e, soprattutto, di condividere poi tutto questo.

Lui stesso disse: “acciocché si potessero sapere le cose che sono per lo mondo di quelle terre e popolazioni lontane”.

Ampio spazio verrà dato anche alla cartografia e all’illustrazione, di come i racconti e gli itinerari dei mercanti abbiano influenzato e determinato questa scienza.

Parte del percorso è dedicata infine al “mito” di Marco Polo fra Ottocento e Novecento, fino alle suggestioni della figura del mercante e della sua avventura nell’arte contemporanea.