Armadio e cabina armadio: come organizzarli

Questo articolo è stato aggiornato il

Come ordinare un armadio senza stress

Una volta c’erano le ampie e comode camere da letto “padronali”. Oggi invece c’è una zona notte sempre più striminzita che ha sacrificato diversi centimetri a living e cucina, gli ambienti più vissuti della casa.
Con camere da letto così compatte, diventa ancora più importante ottimizzare lo spazio e tenere tutto in ordine.
In quest’ottica, le soluzioni d’arredo più funzionali sono quelle che consentono di comporre elementi modulari tra loro.
Integrateli poi con soluzioni personalizzate in grado di accorpare tutto in un unico guardaroba super organizzato.

Mi riferisco a cassetti estraibili, scarpiere, piani, appendiabiti.

Nonostante le soluzioni d’arredo sempre più smart, non è affatto semplice far entrare tutto nell’armadio senza farlo esplodere.
Questo accade soprattutto in questo periodo, con l’arrivo dell’imminente quanto temuto cambio di stagione.
Ma non cediamo allo sconforto e dotiamoci piuttosto di un metodo che ci aiuti a non trasformare la camera da letto in un campo da battaglia!

Pe prima cosa ecco delle misure indicative per progettare correttamente gli spazi, ottimizzando ogni centimetro.

armadio e cabina armadio ordinate
Misure indicative per poter ottimizzare un armadio

1. Fai pulizia nell’armadio o nella cabina armadio

Se vuoi scoprire come ordinare un armadio senza impazzire, dovrai fare tuo un concetto fondamentale: per fare ordine bisogna anzitutto fare pulizia. E con pulizia non intendiamo solo sterminare gli acari depositati su ripiani, cassetti, ante e parti superiori dell’armadio.
Fare pulizia nel senso di fare spazio. In questa fase bisogna essere lucidi e spietati: inutile continuare a tenere nell’armadio capi che non indossiamo più dai tempi del liceo.
Se l’armadio scoppia sotto il peso dei ricordi di gioventù, l’ordine è un’utopia. Perciò elimina senza indugio, rinfresca il guardaroba, fai spazio. Fai respirare l’armadio!

Scarica la guida - Illuminazione 2019

2. Fai l’inventario di tutte le cose che vuoi sistemare

Ti piacerebbe che il tuo armadio con ante battenti somigliasse a una di quelle boutique in cui gli abiti sono allineati sugli stand in base alle gradazioni di colore o alla fattura del tessuto?
Non temere di sembrare maniacale.
Senza stressarti in inutili eccessi, è possibile trovare un buon metodo organizzativo, all’insegna dell’ordine e della precisione. Puoi farlo catalogando e sottocatalogando capi d’abbigliamento e accessori.

Organizza l’armadio per “compartimenti stagni”: pantaloni da una parte (divisi tra sportivi ed eleganti) e gonne/vestiti dall’altra, solo per fare un esempio. In questo modo tieni tutto in ordine e a portata di mano.  L’obiettivo è sfruttare al meglio ogni centimetro a disposizione.

3. Preziosi alleati: scatole, portatutto ed etichette

Dopo aver allestito abiti e accessori secondo una catalogazione visiva pratica e logica, l’armadio risulterà molto più ordinato e “disciplinato” di prima.
Ma possiamo ancora migliorare. In che modo?
Utilizzando scatole, contenitori, custodie e portatutto in vari materiali, forme e fantasie.

armadio e cabina armadio ordinate
Cassetti ordinati con il metodo Konmari

Le scatole di plastica trasparenti, robuste e capienti, sono le più funzionali perché consentono di tenere “a vista” il  contenuto (perfette per le scarpe, in assenza di un’apposita scarpiera).
Alterniamole a scatole in legno impilabili scatole in cartone allegre e colorate dove possiamo riporre ordinatamente biancheria intima, calze, borse, cinture, sciarpe, guanti, cravatte.
Molto comode anche le custodie tessuto-non-tessuto per proteggere i capi preziosi e i portatutto da appendere alle ante con un minimo ingombro.
Non dimenticare infine di apporre su ciascuna scatola un’etichetta riposizionabile per ricordarti cosa contiene e agevolare le operazioni di ricerca!

Ecco il risultato finale

armadio e cabina armadio ordinate
Risultato finale: un armadio ordinato in poche mosse

Passiamo ora alla seconda soluzione: la cabina armadio

Idee cabina armadio fai da te e non: fatevi ispirare dai nostri consigli di arredo.
La cabina armadio è tradotta in inglese “walk-in wardrobe“, ovvero guardaroba dove si può camminare.
È infatti un’area dove si può organizzare il vestiario entrandoci dentro, e sistemare i capi secondo una logica in spazi più capienti del classico armadio.

Oggi ho pensato di proporvi alcune sue declinazioni che a me piacciono molto.
Il mio blog nasce con l’intento di ispirarvi e di farvi scegliere le soluzioni più adatte alla vostra indole nella casa che andate ad arredare.
Vi immagino, infatti, mentre mi leggete e trovate suggerimenti: questa per me è la soddisfazioni più grande!
Dimenticate le camere da letto padronali che hanno caratterizzato le nostre case fino agli anni ’70, inizi ’80.
Da allora, le dimensioni della stanza matrimoniale hanno perso progressivamente centimetri per far spazio al living, decretato all’unanimità ambiente più vissuto della casa.
Al contempo però, in una zona notte ristretta al minimo indispensabile, cresce l’esigenza di aumentare gli spazi contenitivi e di ottimizzare la già limitata metratura a disposizione.
Il metodo migliore (nonché sogno proibito di ogni donna!) rimane la scelta della cabina armadio al posto del classico guardaroba.

scarica-guida-cersaie-2018

Oggi le idee e gli spunti orbitano tutti intorno alla cabina armadio e alcune sue possibili realizzazioni.

Idee cabina armadio componibile: quando è chiusa giochiamo con i colori a contrasto

Se le pareti che definiscono il perimetro della cabina armadio sono ben delimitate, possiamo scegliere se valorizzare lo spazio con colori a contrasto. In alternativa si può cercare di rendere tutto più neutro con un colore che appiattisca come il bianco.

idee cabina armadio chiusa
Colori a contrasto per la cabina armadio di inmyroom.ru

Ecco un esempio di cabina armadio angolare o non fai da te bianca e chiusa ai lati, ma aperta fino al soffitto se questo è alto.
Un modo originale per far respirare i tuoi vestiti, e per rendere più ariosa e meno claustrofobica la tua cabina armadio.

Per realizzare una cabina armadio, contrariamente a quanto si pensa, non servono tanti metri quadri.

Per essere funzionale, infatti, basta poco più di 1 mq. (120×120). Può essere anche più piccola se si considera una cabina armadio con ante scorrevoli.
Altra alternativa è una semplice tenda coprente o una tenda a pannello scorrevole, per un effetto “armadio fai da te” che in certi contesti rappresenta un originale valore aggiunto.
Costruire una cabina armadio perfetta in camera da letto presenta indubbi vantaggi in fatto di funzionalità (maggiore spazio utile), praticità (tutto a portata di mano) ed estetica.
Anziché riempire la stanza di pezzi singoli, che in un ambiente piccolo generano un’immediata sensazione di caos e disordine, visivamente parlando la cabina ripristina subito l’ordine. 
Consente di radunare tutto all’ interno della cabina il necessario in un’unica zona delimitata e chiusa alla vista.
Deve essere una sorta di stanza nella stanza in cui è possibile sfruttare gli angoli e le pareti a tutta altezza, creare infinite composizioni.

Mi riferisco a boiseriemensolecassetti estraibilicremagliere a cui fissare i complementi e scaffali.

Li puoi riempire con scatole in legno o cartone rinforzato, o anche in plastica, da decorare e personalizzare a proprio gusto.
Non mancano possibili pannellaturemoduli scarpiera – senza dimenticare una scala per arrivare nei punti più alti, una seduta (può bastare uno sgabello) e la giusta illuminazione.

idee cabina armadio
Una cabina armadio chiusa all’ingresso e aperta in alto completamente bianca da nolte-moebel.de

Idee cabina armadio: semi aperte è meglio?

Sicuramente un trend del momento: la cabina armadio aperta da un lato del letto (ma può esserlo anche dall’altro), che si nasconde dietro una parete alla quale è appoggiata la sua testata.
Una soluzione che mi adoro perché permette di utilizzare più spazio per riporre i vestiti.
Logico: è necessario calibrare bene i volumi, perché il letto sarà spostato più al centro della stanza, relegando dietro la parete a cui è appoggiato l’organizzazione del vestiario.
Nell’esempio vediamo come, anche qui, viene evidenziato con colore intenso la presenza della parete divisoria.

idee cabina armadio colori a contrasto
Altro colore a contrasto per cabina armadio aperta da ombiaombia.wordpress.com

Pareti aperte e cabina armadio: praticità e design

Se la soluzione che ci piace di più è la cabina armadio aperta ai lati del letto, possiamo rendere la superficie della testata del letto ancora più originale.
Mettila in risalto utilizzando elementi decorativi.
Inoltre la vivibilità degli spazi della cabina armadio ne guadagna tantissimo. A questo punto forse non è più indicato chiamarla così, visto che è a tutti gli effetti uno spazio aperto organizzato per riporre in maniera ordinata gli abiti.

idee cabina armadio parete decorata
www.madaboutthehouse.com

Idee cabina armadio tra vetro e design

Non vi piace la parete divisoria e allo stesso tempo volete una cabina armadio per i vostri abiti?
La soluzione potrebbe essere un saggio mix tra le due opzioni, grazie alla leggerezza delle superfici trasparenti.
Ecco infatti un’altra idea interessante! Accostare alla testata del letto una mezza parete in vetro, per dividere, ma con piacevolezza, senza calcare la mano.

idee cabina armadio vetro
Un’idea semplice e funzionale per la cabina armadio di homedit.com

Per realizzare la “stanza armadio” uno dei materiali più utilizzati è indubbiamente il cartongesso, perché moderno, facile e veloce da installare, relativamente economico.
L’unica accortezza sarà quella di non sovraccaricare le pareti di eccessivo peso. Esistono comunque pannelli in cartongesso appositi per cabine armadio che garantiscono comunque una certa resistenza e affidabilità.
Realizzata su misura e progettata assecondando la forma della stanza, la cabina armadio in cartongesso si rivela dunque una soluzione molto più versatile e funzionale dei classici armadi. Questi, a misura standard, spesso risultano ingombranti o non adattabili a stanze di ridotte dimensioni o di forme irregolari.

Quanti di voi hanno la cabina armadio nella propria stanza da letto? Sono curiosa! Ed è aperta o chiusa?

Fatemi sapere, aspetto i commenti!

scarica-guida-cersaie-2018

Emanuela Perozzi
Emanuela Perozzi
Emanuela nasce a Roma la notte di San Lorenzo. Da piccola è una sorta di maschiaccio a cui piace andare allo stadio col papà e collezionare le figurine Panini. Crescendo sviluppa anche altre passioni: la letteratura, il cinema, il parmigiano sulla pasta e le case di design. Ha una laurea in lettere e un’ossessione per i libri: se esce per comprare un paio di scarpe, è probabile che torni a casa senza scarpe e con 3 libri. Qualche anno fa ha smesso di stare in fila sulla tangenziale e ora lavora come copywriter freelance dal giardino di casa sua.


Abiti per bambini e adulti

Ryokan giapponesi: Gora Kadan ad Hakone

Ryokan giapponesi: Gora Kadan un classico alloggio giapponese riproposto con dettagli di design contemporanei Bentornati anche oggi sul mio blog di arredamento...