Gucci Garden: un giardino incantato nel centro storico di Firenze

Gucci Garden: un giardino incantato nel centro storico di Firenze

Oggi il Design Magazine di Fill Your Home With Love vi porta a Firenze, nel magico mondo di Gucci, in particolare al Gucci Garden.

Anche i non appassionati di moda associano il nome Gucci ad una delle più prestigiose case di alta moda della sfera italiana e mondiale. Di certo maison conosciuta in tutto il mondo per i suoi articoli di lusso, dall’abbigliamento agli accessori, ai gioielli alla cosmesi fino alla profumeria. Gucci detta da anni legge nel mondo del fashion.

Nata in Italia, proprio a Firenze, nel 1921. Fondata da Guccio Gucci – da qui le due G famosissime del brand – è diventata negli anni una delle case di moda più prestigiose del mondo. La maison è rimasta proprietà esclusiva della famiglia Gucci fino agli anni ’80, periodo dal quale la famiglia ha iniziato a cedere quote ad investitori esterni. Ad oggi la proprietà è del gruppo francese Kering.

Dal Gucci museum al Gucci Garden

Ereditato il concetto espositivo convenzionale del Gucci Museo, Gucci Garden lo reinterpreta in un’esperienza dinamica e interattiva che esalta lo spirito poliedrico delle creazioni della Maison.

Uno spazio vivo e creativo in cui emozionarsi e “toccare con mano” la storia della griffe. Sono esposte dalle prime timide collezioni fiorentine a quelle che ne hanno consacrato il successo planetario.

gucci garden

Nella foto si mostra una delle esposizioni di archivio dedicate all’abbigliamento iconico del brand.

Infatti, il Gucci Garden celebra e ripercorre un archivio storico sconfinato. E lo fa omaggiando stilisti, creativi e maestranze, ma anche il fascino di Firenze, da cui tutto ebbe inizio nel lontano 1921.

Firenze vive in Gucci Garden (e viceversa), a cominciare dalla magnifica location, all’interno del palazzo storico di Piazza della Signoria.

Gucci Garden: un giardino incantato nel centro storico di Firenze
Gucci Garden: un giardino incantato nel centro storico di Firenze

Gucci Garden: il concept

Cosa troverete in Gucci Garden? Beh…un connubio di storia, moda, buon gusto e sapori unici.

Lo spazio, oltre ad ospitare la moda – di oggi e di ieri – soddisferà anche il vostro palato grazie allo Chef Massimo Bottura che vi aspetta presso “Gucci Osteria“.

Troverete poi tante diverse sale tematiche che compongono la “Gucci Garden Galleria” in cui si omaggiano le storiche campagne pubblicitarie della Maison. Vi attende un focus particolare sulle lavorazioni artigianali e sul vintage.

Si parte con la sala Guccification che è interamente dedicata alla storica doppia G logo del brand.

Proseguendo nella sale Paraphernalia e Cosmorama troverete la storia dei codici e della clientela più famosa di Gucci che nel corso degli anni si è affidata alla Maison.

Il secondo piano è un omaggio alla natura e alla grande passione che Allessando Michele ripone per animali e giardini. Infatti vi troverete nelle sale chiamate De Rerum Natura dove è forte il richiamo ai musei di storia naturale.

Per concludere il viaggio sarete accolti dalla sala Ephemera, dove potrete ripercorrere la storia di Gucci attraverso video e oggetti di repertorio.

Moda e magia: il connubio irresistibile del Gucci Garden

Un luogo magico in cui è facile lasciarsi andare ad un’atmosfera sognante, in bilico tra immaginazione e realtà, modernità e simbolismo.

D’altronde, il simbolismo è insito già nel nome del progetto ideato dal direttore creativo del brand Alessandro Michele.

E’ un vero e proprio giardino metaforico che allude alla fluttuazione del tutto, alla circolarità della natura e della vita. In linea con la filosofia in perenne movimento della Maison.

In questo progetto unico al mondo, Michele ha voluto al suo fianco la fashion curator Maria Luisa Frisa. Per organizzare il materiale, Frisa non ha seguito un rigido ordine cronologico. Anzi si è affidata a un connubio immaginativo in cui il passato è parte integrante del presente. In questo modo tutti gli allestimenti dialogano tra loro a creare l’identità del brand.

Gucci Garden Firenze
Gucci Garden Firenze

Per la realizzazione del progetto hanno inoltre collaborato artisti di grande rilievo come Jayde Fish, GucciGhost (pseudonimo dell’eclettico Trevor Andrew) e Coco Capitán.

Questi sono stati chiamati a decorare le pareti con creazioni che affiancano le carte da parati Gucci.

Un famoso chef, Massimo Bottura, ha aperto il suo ristorante “Gucci Osteria” al pian terreno del Gucci Garden, aumentando il prestigio del luogo.

L’amore per Firenze dentro i mobili

L’amore per Firenze torna anche nella scelta dei mobili che arredano la Gucci Garden boutique. Usati per creare una realizzazione artistica unica.

Una sorprendente carrellata di arredi scovati nei negozi di antiquariato della città, restaurati e decorati nei tipici colori fiorentini.

gucci garden firenze
Credenze e armadietti provenienti da abitazioni e vecchi negozi, vetrinette e specchi d’epoca, un tavolo toscano e un antico guardaroba in legno.

Un espositore intagliato recuperato in una pasticceria.

Tanti altri esemplari di stili ed epoche diverse che hanno segnato le tappe della storia della mitica “Doppia G”.

abiti esclusivi firmati
Gucci Garden Firenze tra abiti e design

Da non perdere infine la sala Cosmorama, che ripercorre l’evoluzione dello stemma e racconta la clientela storica del jet-set internazionale.

Il bookstore

All’interno del Gucci Garden troverete anche una bellissima area dedicata ai libri.

Qui vi aspetta un’attenta selezione di libri, riviste e pubblicazione innovative. Tantissimi titoli di nicchia e volumi antichi.

bookstore
Il Bookstore al Gucci Garden di Firenze

Gucci Garden Biglietti

Il biglietto di ingresso per Gucci Garden costa 8 euro ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19.

Lasciati accompagnare in altri fantastici luoghi dove la moda e il design si fondono in un connubio meraviglioso. Siccome siamo grandi appassionati di tutto ciò che porta novità e innovazione, nel nostro Magazine troverai tantissimi articoli interessanti. Se ami i luoghi di design non puoi perderti i nostri approfondimenti, ecco qualche link che potrebbe piacerti: