Da Chanel a Gucci, la mappa dei pop up store dell’estate 2020

Questo articolo è stato aggiornato il

La stagione calda non ferma la voglia di shopping.
Si moltiplicano di anno in anno, nelle hot destination del turismo internazionale, le aperture dei pop up store estivi delle più note maison.

Nel mirino delle griffe, mete esclusive come le italiane Capri, Porto Cervo e Forte dei Marmi, ma anche località del Mediterraneo quali Mykonos, Ibiza, Saint-Tropez e Monte Carlo.
Curati nei dettagli architettonici e dai richiami esotici, questi negozi stagionali sono pensati soprattutto per offrire ai clienti speciali capsule realizzate ad hoc.

Il pop up Chanel a Capri

A inaugurare la stagione è stata ancora una volta Chanel che ha aperto fino all’11 ottobre le porte della sua seasonal boutique sull’isola di Capri, a pochi passi dalla pittoresca via Camerelle.

chanel pop up store
Ad accogliere i visitatori all’ingresso, una terrazza in pietra dai toni terracotta armoniosamente enfatizzata dal connubio di vegetazione mediterranea e buganvillea fiorita.

chanel pop up store capri

Il luminoso spazio interno, caratterizzato da nuance delicate e femminili che richiamano l’esterno in un gradevole contrasto con il travertino, evoca i codici estetici della maison parigina e l’emblematica scalinata del 31 rue Cambon attraverso l’imponente lampadario e le pareti rivestite di specchi.

chanel pop up store capri
Chanel pop up store capri

 

In questo scrigno di creazioni Chanel è possibile scoprire la collezione prêt-à-porter primavera-estate 2020, la raffinata Métiers d’Art Paris – 31 rue Cambon 2019/20 e la linea Coco Beach de Chanel, presente solo in alcune boutique selezionate in tutto il mondo. Lo spazio ospita anche una selezione dedicata agli orologi.

Da oltre dieci anni un’altra tappa fissa estiva della casa di moda è Saint-Tropez.

Nel piccolo centro della cittadina, cuore pulsante della Côte d’Azur, l’edificio La Mistralée accoglie ogni anno un rinnovato spazio di vendita.

Chanel pop up store Saint Tropez
Chanel pop up store Saint Tropez, gli interni

L’arredamento di questa stagione, assieme agli emblematici colori nero, bianco e beige, è caratterizzato da un insieme di sfumature solari graduate che avvolge l’intera boutique fino al pavimento in pietra, una moltitudine di tonalità rosa e arancio.

Accanto all’ingresso, un primo spazio in tonalità azzurre rivela una selezione di pelletteria, occhiali, profumi e cosmetici. Dal lato opposto, un grande salone dall’atmosfera estiva accoglie le silhouette e gli accessori della collezione Métiers d’art Paris – 31 rue Cambon 2019/20.
Le pareti, di richiamo all’atmosfera della sfilata, sono rivestite da una carta da parati tinta unita nei toni dell’arancione e del rosa.

Una fila di panche in pietra, rivestite con cuscini di lino e velluto, conduce i clienti in un secondo salone inondato di luce e ispirato nei colori all’atelier di Parigi, mentre un tavolino di vetro evoca quello dell’appartamento di Gabrielle Chanel.

Completo di un lussureggiante giardino di palme e specie mediterranee e di una elegante piscina, il negozio al civico 1 di avenue du Général Leclerc sarà aperto fino al 25 ottobre.

Per il secondo anno consecutivo, inoltre, la maison ha inaugurato fino al 31 agosto un pop-up nella località balneare turca di Bodrum.

chanel pop up store

Incastonata nei rigogliosi giardini dell’hotel Mandarin Oriental, questa accattivante struttura rettangolare è tagliata da linee architettoniche pulite e spicca nella natura circostante per le tonalità minerali e gli elementi grezzi del travertino locale, del legno e del vetro.

La silhouette è caratterizzata da profonde finestre e da un’ampia facciata in vetro, che rendono l’ambiente luminoso, mentre le doppie porte si aprono su un balcone e una terrazza arredata con sontuosi divani affacciati sulla piscina.

Fa invece rotta sulla Grecia Burberry, che per la stagione ha riaperto il suo pop-up store al Nammos Village, la destinazione più gettonata per il luxury shopping a Mykonos.

burberry pop up store

Ispirato all’attitude del flagship di Regent Street a Londra, questo spazio aperto fino a ottobre si presenta in una palette di colori pistacchio e beige con tonalità estive azzurre e rosa.
In tutto il negozio, infissi e dettagli sono costruiti con una varietà di materiali e texture, dal compensato alle finiture specchiate e lucide.

burberry pop up store

La terrazza all’aperto presenta un pergolato in legno ispirato ai tradizionali edifici dell’isola e arredi rivestiti con il motivo TB Summer Monogram blue.

Il Nammos Village ospita anche la seasonal boutique di Gucci, sviluppata per 120 metri quadri su due livelli e completa di un’ampia selezione di articoli delle collezioni prêt-à-porter donna, borse, scarpe, piccola pelletteria, bigiotteria, seta, occhiali da sole e accessori, oltre a scarpe, borse e valigie da uomo.

burberry pop up store

L’esterno nel negozio evoca l’atmosfera dell’isola, con i suoi colori e le silhouette bianche, mentre gli interni sono delicati e originali.
Materiali semplici come il rattan per i cassetti, le colonne a muro e le scale, le sedie e i tavoli in legno contrastano con elementi più ricercati, come i pezzi in marmo e ottone, il tessuto satinato spazzolato per il matelassé e la boiserie.

 

Il colore distintivo dello spazio è lo Sky Blue, che si riflette su pareti, pavimenti e soffitti, con gli arredi riprendono la tavolozza dei colori creando un insieme unico.
In linea con l’eclettismo elegante e contemporaneo che distingue le collezioni Gucci, lo stile dello store è una contrapposizione fra tradizionale e moderno, industriale e romantico.

Doppia apertura a Capri, infine, per la maison Dior, che alla boutique di via Camerelle affianca quest’anno lo spazio all’interno di Il Riccio restaurant & beach club, oltre agli opening di Forte dei Marmi e Cortina d’Ampezzo.

Se ami il connubio moda e design non perderti:

Federica Camurati
Federica Camurati
Fashion editor diplomata all'Istituto Marangoni e scrittrice nell'anima. Cresciuta nel cuore del Monferrato e ora milanese d'adozione, ho imparato a scrivere a cinque anni e da allora non ho più smesso. Ho una passione per i Martini, i gatti, i bei panorami, le riviste di moda, le auto d'epoca, i film con Doris Day nelle domeniche di pioggia, l'autunno e i romanzi classici, non necessariamente in questo ordine!

Casa hygge: i sei accessori indispensabili!

Cari amici, oggi sul mio blog di arredamento e interior design Fillyourhomewithlove vi racconto qualcosa in più sulla "casa hygge"elencando gli...