Oggi sul Magazine vi parliamo di uno dei rivestimenti da parete più poliedrici e versatili: la boiserie, dal francese “bois” (legno). In base alla configurazione scelta (bassa, a mezza altezza, a tutta parete) e in base all’essenza legnosa e alla finitura, il wood panelling è in grado di dettare lo stile e l’atmosfera della casa. Scopriamone di più!

 

boiserie Versailles
L’interno dell’appartement intèrieur du Roi alla Reggia di Versailles

I primi esempi di boiserie comparvero in Francia tra il XVII e il XVIII secolo, dove venivano usate come decorazioni di pregio nelle abitazioni più lussuose. Nella reggia di Versailles si trovano numerosi esempi di pareti, porte e tramezzi rivestiti con boiserie dipinte o decorate con cornici.

Non a caso, ancora oggi siamo portati ad associare l’eleganza della boiserie alle stanze di rappresentanza, alle residenze storiche o agli appartamenti arredati in stile classico.

In realtà, la boiserie è tra i rivestimenti da parete più eclettici e sorprendenti che ci siano.

A cosa è dovuta questa versatilità? In gran parte è dovuta al fatto che il legno è un materiale variegato e connotabile in infinite variazioni stilistiche.

Boiserie moderne

Pensi che i tamponamenti tridimensionali e le cornici delle boiserie non vadano molto d’accordo con il minimalismo degli ambienti contemporanei?

Forse, ma non necessariamente.

La boiserie, infatti, può inserirsi benissimo in un contesto contemporaneo, a patto che sia sdrammatizzata da una cornice sottile e semplificata da colori neutri o tono su tono.

Con le dovute accortezze, dunque, la boiserie non risulterà fuori posto neanche nel più moderno degli appartamenti.

Al contrario, diventerà il punto focale dell’ambiente e l’elemento decorativo capace di valorizzare uno stile d’arredo ridotto all’osso.

In alcuni casi, le boiserie moderne servono a definire la divisione tra i vari ambienti domestici, soprattutto quando gli spazi sono fluidi e interconnessi.

boiserie carminati
Una boiserie moderna personalizzata da carminatiserramenti.it

In altri invece sono funzionali a creare uno stile unico e un filo conduttore nel progetto d’arredo. Le boiserie, infatti, assolvono a questo compito in modo più netto rispetto, ad esempio, alla definizione di una palette di colori guida. Il motivo risiede proprio nella loro tridimensionalità, nel forte impatto scenico di cui sono depositarie.

Insomma, la boiserie, classica o moderna che sia, non passa mai inosservata.

Per quanto riguarda lo stile, le boiserie moderne sono contraddistinte da cornici squadrate, prive di fronzoli, assenza di decorazioni e colori opachi nelle gradazioni del grigio, del bianco e delle tonalità polverose. Non mancano però esempi di rivestimenti in legno dipinti in colori brillanti e audaci, con lo scopo di creare uno stacco fortemente espressivo.

Pannelli in legno per tutti gli stili

Sebbene nell’arredamento contemporaneo stia prendendo piede anche la versione in stucco o gesso ceramico, il materiale d’eccellenza della boiserie rimane il legno.

Quale legno scegliere? Meglio usare pannelli decorativi già assemblati o meglio creare una versione personalizzata usando assi di legno grezzo da decorare a piacimento?

Per realizzare una boiserie shabby chic l’ideale sarebbe puntare su tavole di legno naturale e sbiancarle, oppure dipingerle in nuance pastello, aggiungendo se necessario effetti come spatolatura e graffiatura.

boiserie shabby
Un pannello in legno color pastello, in puro stile Shabby Chic da Shabbylab

Per creare un’atmosfera calda e accogliente, perfetta per connotare lo stile rustico delle case di montagna, meglio scegliere boiserie in legno scuro (noce, faggio, rovere castagno), sia in abbinamento che in contrasto con parquet e battiscopa.

Se invece vuoi sfruttare il carattere raffinato della boiserie per aggiungere un tocco di classe a un salone di rappresentanza o a un appartamento in stile classico, puoi riprendere l’originario stile barocco ispirandoti alle boiserie dei salotti francesi del Seicento.

All’epoca le pareti venivano rivestite con pannelli in legno intarsiati e decorati con cornici, stucchi e incisioni pompose. Le boiserie classiche di questo tipo si inseriscono perfettamente negli ambienti in stile neoclassico, di gran tendenza, soprattutto se mixate ad elementi moderni e icone del design.

Tutti i vantaggi delle boiserie

La boiserie non assolve solo un ruolo estetico e decorativo.

Nelle baite di montagna i pannelli di legno aiutano a migliorare l’isolamento termico delle pareti e, di conseguenza, a migliorare il comfort domestico.

La boiserie in legno o in altri materiali (gesso, mdf) può essere anche un valido isolante acustico.

Contro l’umidità i profili migliori sono invece quelli in polipropilene, perché resistenti e impermeabili.

Certo, la boiserie in legno ha un fascino diverso, ma anche i materiali termoplastici possono diventare ottimi elementi decorativi, perché pitturabili in qualsiasi tonalità.

E che dire dei “superpoteri” delle boiserie in chiave progettuale? In alcuni casi gli effetti visivi sono sorprendenti.

boiserie archiproducts
Una tipo di pannelli classici con funzione armadio a muro da archiproducts.com

Le sagome delle cornici sono molto funzionali nella progettazione d’interni, soprattutto quando c’è da risolvere un problema di spazi e proporzioni. In base a come vengono montate e assemblate, le cornici aiutano a generare effetti ottici che fanno sembrare le stanze più larghe o più strette.

Pannellature di forme e colori diversi, sovrapposte tra loro, possono creare angoli dal forte impatto visivo, dando carattere ad ambienti spenti e anonimi.

Infine, la boiserie permette di nascondere eventuali imperfezioni della muratura (muri fuori squadra, dislivelli, irregolarità) creando una superficie complanare totalmente personalizzabile che aiuta a dare ordine e continuità all’ambiente.

 

Se ti interessa scoprire altri modi per sfruttare le potenzialità dei rivestimenti da parete, dai un’occhiata agli altri articoli del Magazine: