Nuovi Balenciaga Objects, nuove provocazioni most wanted” si potrebbe dire guardando l’ultima collezione di “oggetti” della maison francese lanciata sul mercato.

Il brand di Kering, capitanato dal direttore creativo Demna, ha infatti pensato a decine di prodotti inediti che spaziano dagli articoli per la casa al petwear, fino ai profumi.

Così, il marchio dell’hype ha lanciato oggetti «per tutti i giorni», ma anche item da collezione in edizione limitata, quasi fossero pezzi d’arte, oltre a mobili su misura.

BALENCIAGA-OBJECTS_BENCH-NO-LOGO
La panchina firmata dall’artista olandese Tejo Remy è il pezzo più costoso tra i Balenciaga Objects

Pensati come regali, i Balenciaga Objects sono diventati i protagonisti della discussa campagna Balenciaga Gift Shop, appena rimossa dal brand su ogni piattaforma.

Scattati dal fotografo documentarista Gabriele Galimberti, gli Objects erano stati qui disposti tutt’attorno a bambini che indossavano la linea Balenciaga Kids.

Pur citazione della fortunata serie Toy Stories di Galimberti, concepita come un’esplorazione dei giocattoli preferiti nell’infanzia, la campagna ha però diviso i follower in quanto alcuni dei pezzi Balenciaga inclusi mostravano rimandi fetish.

Come le Plush Bear Bags, le borse a forma di orsacchiotto di peluche che hanno sfilato durante l’ultima edizione della Paris Fashion Week, rivelando dettagli che la clientela ha associato al mondo bdsm.

«Ci scusiamo sinceramente per qualsiasi offesa la nostra campagna natalizia possa aver causato», si legge in una nota della maison.

«Le nostre Plush Bear Bags non avrebbero dovuto essere con i bambini in questa campagna che abbiamo immediatamente rimosso da tutte le piattaforme».

Dalle porcellane con Ginori 1735 alle lattine come portacandele, fino alle palline di Natale con le miniature dei best seller: un viaggio tra i nuovi Balenciaga Objects

Il talento poliedrico di Demna continua a espandere i confini di Balenciaga oltre la moda.

Da una parte, gli addetti ai lavori aspettano di sapere se la maison presenterà una nuova incursione nell’arredo in occasione dell’imminente edizione di Design Miami/ 2022, replicando il successo di tre anni fa, quando nel 2019, Balenciaga collaborò con il designer Harry Nuriev per creare un divano trasparente imbottito con indumenti danneggiati o invendibili del marchio.

Dall’altra, anticipando le feste, lo stesso brand ha stupito i suoi fan lanciando i più impensabili Balenciaga Objects.

BALENCIAGA-OBJECTS_TEA-POT_TEA-CUP-NO-LOGO
Tra i Balenciaga Objects, il set da tè con il motivo “Balenciaga Hotel & Resorts”, realizzato in porcellana con Ginori 1735

La nuova linea di lifestyle torna a includere il motivo “Balenciaga Hotel & Resorts” che con fare scanzonato, si fa beffa della cultura pop e del lettering delle scritte dei set da hotel.

“Balenciaga Hotel & Resorts” arriva dunque su teiere e tazze da tè, piatti, piattini e ciotole realizzati in porcellana, in collaborazione con Ginori 1735.

BALENCIAGA-OBJECTS_HOTEL-&-RESORTS-BEDDING-NO-LOGO
La biancheria da letto immaginata dallo stilista Demna per Balenciaga

Ma il motivo compare anche sulla biancheria da letto, per esempio su un set composto da una coppia di federe e un copripiumino, oltre che su asciugamani, un tappeto da bagno e uno zerbino.

E i preziosi accessori d’arredo comprendono anche un set da tavola bistrot, nonché bicchieri da vino e da champagne con bordi in oro o argento.

BALENCIAGA-OBJECTS_DRINK-CANDLE-HOLDER-NO-LOGO
I portacandele in alluminio Drink sono tra i più chiacchierati Balenciaga Objects

Oltre a coperte e cuscini in finta pelliccia con il logo Balenciaga allover, i portacandele Drink
in alluminio a forma di lattina e un set di decorazioni natalizie con le miniature dei best seller dell’abbigliamento del brand.

BALENCIAGA-OBJECTS_XMAS-ORNAMENT-SET-NO-LOGO
Le palline di Natale firmate Balenciaga con le miniature dei pezzi cult disegnati dal direttore creativo Demna

A cui si aggiungono un tappetino per il fitness, un cuscino in jersey realizzato con magliette riciclate e qualche nastro da pacchi Balenciaga.

Guinzagli che citano i metri da sarta e cucce in pelouche a forma di cuore sono i protagonisti del petwear griffato Balenciaga

Guardando ai Balenciaga Objects, la big news riguarda gli accessori per animali domestici.

BALENCIAGA-OBJECTS_DOG-BED-AND-BLANKET-NO-LOGO
Tra il petwear introdotto con i Balenciaga Objects, spicca la cuccia per cani in peluche rosa

La fashion house ha infatti studiato una serie di oggetti per gli amici a quattro zampe, tra guinzagli e pettorine, ma anche targhette, collari e ciotole dalla coolness irresistibile.

Un guinzaglio per cani ricorda così un metro da sarta, mentre i collari sono dotati di una medaglietta con strass personalizzabile.

Anche la pettorina in tessuto riciclato è dotata di una targhetta customizzabile con il nome del proprio pet.

La cuccia per cani, invece, è in peluche e a forma di cuore, completata da una coperta abbinata.

BALENCIAGA-OBJECTS_DOG-BOWL-NO-LOGO
La ciotola rifinita da borchie è protagonista dei Balenciaga Objects

Last but not least, una ciotola rifinita da grandi punte a mo’ di borchie è il pezzo forte dei Balenciaga Objects.

Una selezione di pezzi d’arte e da collezione in edizione limitata infiammano i Balenciaga Objects

Non solo articoli catchy per gli appassionati di design e un petwear ultra glam per gli amanti di cani e gatti: i Balenciaga Objects vogliono arrivare al cuore dei collezionisti d’arte.

E lo fanno con una panchina, creata con materiali riciclati del brand, che porta la firma dell’artista olandese Tejo Remy.

BALENCIAGA-OBJECTS_Detail
Un dettaglio della panchina, creata con materiali riciclati di Balenciaga, che porta la firma dell’artista olandese Tejo Remy

Con prezzi che vanno da 15 mila a 40 mila euro, il pezzo da collezione è disponibile in tre misure e sarà realizzato su ordinazione.

L’opera di Tejo Remy è del tutto simile a quella presentata da Balenciaga e dal creativo come parte del progetto Art in stores, che aveva debuttato in selezionate boutique del brand in concomitanza con il Salone del mobile.Milano 2022.

Una serie di prodotti firmati Balenciaga in materiali preziosi include poi la sneaker Triple S come una scultura in ottone zincato oro, venduta al prezzo retail di 7 mila euro.

BALENCIAGA-OBJECTS_TRIPLE-S-SCULPTURE-NO-LOGO
La silhouette della sneaker Triple S di Balenciaga plasma una scultura in ottone zincato oro

Ma non è tutto, perché la shopper Barbes diventa un grande vaso a borsa in ceramica, disponibile in nero oppure a quadri bianchi, blu e rossi.

BALENCIAGA-OBJECTS_BAG-VASE--NO-LOGO
La shopper Barbes di Balenciaga diventa un grande vaso a forma di borsa in ceramica

Anche i beauty lovers saranno accontentati e la nuova essenza di Balenciaga si trova in una saponetta con astuccio da viaggio disegnati in collaborazione con Panter&Tourron.

Per altri articoli su moda e design visitate i seguenti link: