Arredare con il vetro temperato: un classico che non passa mai di moda

Questo articolo è stato aggiornato il

Buongiorno e buon mercoledì!

Oggi parliamo del vetro temperato e di come, questo materiale, possa essere utilizzato nelle nostre case.

Per dare movimento e luminosità a una stanza, una delle soluzioni di arredo più diffuse è senza dubbio l’uso del vetro temperato, in grado di valorizzare qualunque stanza di casa, dalla sala, alla camera da letto fino alla cucina e al bagno.

Questo materiale viene scelto soprattutto da chi vuole ottenere una superficie opaca, ma che al tempo stesso non schermi la luce. Ma come si ottiene un vetro temperato?
I processi di lavorazione sono molteplici in base al risultato che si vuole raggiungere; questo tipo di vetro infatti può essere satinato, decorato, verniciato, smaltato, colorato, acidato e anche sabbiato.

La sabbiatura, per esempio, viene ottenuta proiettando sul vetro, con un getto ad alta pressione, delle sabbie di diverse granulometrie che scavano la superficie fino a renderla completamente ruvida. Per realizzare questo trattamento occorre rivolgersi ad aziende specializzate, che dispongono tra i loro macchinari di sabbiatura usata o nuova, in grado di dare al vetro la giusta ruvidezza e opacità.
I processi di satinatura e acidatura al contrario, temperano il vetro rendendolo più lucido e morbido al tatto.

Uno dei vantaggi dell’uso del vetro temperato non riguarda solo il suo essere sempre alla moda, ma anche di saper creare dei perfetti giochi di luce e tridimensionalità che rendono gli ambienti di casa più moderni e accattivanti. Una delle tecniche più diffuse per arrivare a questo effetto è la satinatura del vetro alternata a parti lucide, per eliminare la percezione piatta del vetro stesso.

In ogni caso, qualunque lavorazione venga scelta, deve essere sempre garantita la durevolezza e la resistenza del materiale; il vetro deve saper resistere all’usura e al passare del tempo. Non è un caso che venga utilizzato molto spesso in cucina per realizzare pensili, ante e piani di lavoro oppure in bagno per box doccia e specchi; da non sottovalutare anche la sua facilità di pulizia e quindi l’igiene che può garantire.

Vista la sua resistenza in alcuni casi si può anche utilizzare il vetro temperato per impreziosire l’esterno di un’abitazione: lasciatelo pure esposto alle intemperie, gli agenti atmosferici non ne scalfiranno la qualità.

Articolo scritto in collaborazione con Turbotecnica specializzata nella vendita di granigliatrici e sabbiatrici per bombole.

Margherita Succi
Margherita Succi
Mi presento. Sono Margherita Succi, ho 33 anni e sono l'anima pulsante di Fillyourhomewithlove. Sono laureata e specializzata in Marketing e Management internazionale con una forte passione per tutto ciò che gira intorno al design. Ecco perché amo raccontarvelo ogni singolo giorno.