Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel

Questo articolo è stato aggiornato il

Non solo la haute couture.
In questi giorni di show (digitali), le grandi maison hanno svelato anche le nuove, preziosissime collezioni di alta gioielleria.

Pezzi unici di eccellenza manifatturiera e creatività, queste produzioni incarnano per definizione la più alta espressione del lusso.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Eìblouissante

E Chanel ha incantato con la sua Escale à Venise, un tributo a una città unica nel mondo.
Unica come le 70 pregiate creazioni nate sotto la direzione creativa di Patrice Leguéreau, responsabile della divisione gioielleria.

Segui Fillyourhomewithlove anche su Instagram

La nuova collezione haute joaillerie della griffe è una dichiarazione d’amore in chiave contemporanea alla città lagunare tanto adorata da Mademoiselle.

Un’estetica potente e scultorea ispirata al patrimonio artistico veneziano e interpretata attraverso quattro temi:

Sérénissime

A questa linea, che celebra la ricchezza architettonica di Venezia, appartiene la serie di gioielli Éblouissante, dal design geometrico nelle nuances dell’oro rosa e del platino che richiama le facciate dei palazzi e i pavimenti in marmo policromatico delle chiese.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Chanel parure Serenissime.

Il collier in particolare, con la sua goccia perfetta, presenta un motivo sfalsato incastonato di diamanti baguette che riecheggia la trapuntatura tanto cara a Gabrielle Chanel.

In stile neo-barocco, la parure Sérénissime fa rivivere invece in una luce contemporanea lo spirito bizantino dei mosaici dorati della Basilica di San Marco.

Come nel plastron composto da quadrati di onice e diamanti, da tessere di zaffiro rosa, giallo e arancio e da granati spessartini che riflettono la luce su uno zaffiro mandarino ovale di 27,09 carati, a sua volta circondato da una pioggia di diamanti.

Un importante anello del medesimo set è caratterizzato da una croce in onice, zaffiri gialli e mandarini e diamanti sormontata da uno scintillante zaffiro rosa Padparadscha di 6,04 carati.

Gran Canale

Come suggerisce il nome, una linea che riflette l’eleganza del mondo nautico.
Volute Vénitienne trae ispirazione dai pali di ormeggio bianchi e blu usati per le gondole, ricreati in lapislazzuli e diamanti a punteggiare una collana sautoir a tre fili composta da perle e maglie in oro giallo, ma anche un anello e orecchini pendenti.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Gran Canale Volute Croisiere

Con la stessa armonia cromatica e lo stesso volume, Volute Marine presenta il medesimo elemento della laguna in forma di lapislazzuli e diamanti accompagnato da una montatura di stelle di diamanti.

Nella variante in rosso e bianco, i pali d’ormeggio prestano la loro striscia diagonale a Volute Croisière per una spettacolare collana sautoir, spinelli rossi e diamanti sono montati per creare un effetto ritorto, simile alle corde che ancorano le gondole.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Gran Canale Ruban Canotier

Un bangle racchiude tra i suoi fili una stella e un diamante ovale da 2,13 carati.

Il set Ruban Canotier reinterpreta in modo stilizzato e giocoso il cappello caratteristico dei gondolieri.

Isole della Laguna

Le isole laguani hanno ispirato tre serie dedicate al fiore preferito di Gabrielle Chanel, la camelia.
Camélia Byzantin celebra gli antichi mosaici presenti sull’isola di Torcello con una collana di pietre dure i cui contorni irregolari esaltano la bellezza di una camelia rossa in carneliani e opali di fuoco, il cui pistillo è composto da un diamante giallo di 10,07 carati.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Isole della Laguna Camelia Venitien

Per Camélia Vénitien Chanel ha invece tradotto in alta gioielleria la tradizione vetraia dell’isola di Murano attraverso il cristallo di rocca abbinato all’oro giallo.
Il fiore intagliato è impreziosito da ghirlande nel cuore di un plastron immacolato che ricorda gli ornamenti degli specchi veneziani dell’appartamento di Mademoiselle in rue Cambon.

Richiama infine i motivi dei merletti di Burano la parure Camélia Baroque.

Spirito di Venezia

Lo spirito di Venezia è espresso attraverso la figura simbolica del leone che regna sovrano sulla città e che appare in tre raffinate parure, Lion Emblématique, Lion Secret e Lion Céleste.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Spirito di Venezia Lion Embleìmatique

La collana monocromatica Lion Secret in particolare mostra il profilo simile a un bassorilievo di due felini in oro bianco con diamanti taglio pera e shuttle che sorvegliano un diamante da 15,55 carati.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: Spirito di Venezia Lion Secret

Il cielo dove appare il leone alato sulla facciata della Basilica di San Marco è stato infine trasposto sulla parure Constellation Astrale.

Il risultato è un collier scolpito in un mosaico di lapislazzuli.

Escale à Venise. La haute joaillerie artistica di Chanel
Escale à Venise: pirito di Venezia Constellation Astrale

Sulla stella centrale è incastonato uno zaffiro giallo di 4,47 carati che brilla su una nebulosa di stelle, presente anche su un bracciale e un paio di orecchini in maestoso rilievo.

Se ami leggere altri articoli sul mondo dell’alta gioielleria non perderti:

Federica Camurati
Federica Camurati
Fashion editor diplomata all'Istituto Marangoni e scrittrice nell'anima. Cresciuta nel cuore del Monferrato e ora milanese d'adozione, ho imparato a scrivere a cinque anni e da allora non ho più smesso. Ho una passione per i Martini, i gatti, i bei panorami, le riviste di moda, le auto d'epoca, i film con Doris Day nelle domeniche di pioggia, l'autunno e i romanzi classici, non necessariamente in questo ordine!

FillYourHomeWithLove TV

Una candela dalle fragranze uniche ed inimitabili

Una candela unica ed inimitabile firmata Diptyque... Come vi avevo anticipato nell'articolo precedente desidero condividere con voi il mio viaggio sensoriale attraverso le...